Vuitton crede nelle fragranze: dopo la donna, una collezione maschile e una creazione per il Medio Oriente

 

E questa volta l’esplorazione che ha intrapreso il maitre profumier Jacques Cavallier Belletrud è dedicata all’uomo con cinque fragranze che raccontano di un viaggio e delle sue emozioni: Immensité, Nouveau Monde, Orage, Sur la Route e Au Hasard.

«Viaggio sempre molto per trovare gli ingredienti giusti per le mie creazioni: per questa collezione ho trovato ispirazione dalla cioccolata Maya che ho bevuto una sera in Guatemala, da prodotti coltivati in Costa d’Avorio, El Salvador, Sri Lanka» racconta Cavallier nell’atelier di profumi di Vuitton a Grasse, capitale francese delle fragranze e città natale del naso.

Les Fontaines Parfumées, questo il nome della tenuta, è un’antica profumeria in disuso acquisita e restaurata dalla maison nel 2013 e trasformata nel laboratorio olfattivo di Vuitton e di Dior.

Al centro della proprietà, una grande villa risalente al 1640 che occupa più di mille metri quadrati, un giardino d’inverno e una sala circolare Art Déco nella quale troneggia una fontana di ceramica che negli anni Venti veniva riempita di fiori della regione e i visitatori ne venivano ad attingere l’acqua al profumo di rosa o di gelsomino.

Da qui il nome Les Fontaines Parfumées. Nella tenuta, dotata anche di un mulino e di un giardino botanico con 350 specie di piante tra gelsomini, rose e agrumi, scorre la storica sorgente La Foux che veniva utilizzata nel Medioevo per la concia, prima, e per innaffiare i fiori quando l’industria profumiera soppianta quella della lavorazione delle pelli.

«Quando da bambino passavo davanti ai cancelli di questa tenuta disabitata con mio padre, anch’egli profumiere, non avrei mai immaginato che un giorno sarebbe diventato il mio atelier creativo – aggiunge il naso -. A Grasse si respira il profumo dei fiori e degli arbusti ed è un posto di grande ispirazione».

Il viaggio di Cavallier arriva anche in Medio Oriente con Ombre Nomade, la creazione dedicata a questo mercato, ma anche a tutti gli appassionati. «Negli ultimi anni, il legno di oud è diventato un trend nella profumeria – dice Cavallier -. Ho cercato a lungo la migliore piantagione di oud assam e l’ho trovata in Bangladesh, in un’azienda familiare». Il profumo è venduto in flaconi ricaricabili personalizzabili e può essere riposto in una custodia in pelle realizzata nei laboratori di Louis Vuitton e contrassegnata con le proprie iniziali. Inoltre è disponibile uno spray da viaggio da 7,5 ml con ricariche magnetiche.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.