Nata a New York e cresciuta a Londra, l’attrice LUCY BOYNTON è ugualmente a suo agio su entrambe le sponde dell’Atlantico

0 176

harlotte Pearson Methven

Nata a New York e cresciuta a Londra, l’attrice LUCY BOYNTON è ugualmente a suo agio su entrambe le sponde dell’Atlantico. Ora le acclamate esibizioni dell’ex star bambina l’hanno portata a essere scelta per due nuovi attesissimi drammi Netflix oltre a un ambito ruolo in Assassinio sull’Orient Express con Johnny Depp

Essendo stata scoperta come una studentessa del sud di Londra, Lucy Boynton potrebbe ora diventare il volto di Netflix della sua generazione. L’ex attrice bambina – che ha fatto l’inafferrabile passaggio a star adulta – è pronta per essere guardata in modo abbuffato dai suoi contemporanei millenari quando appare al fianco di Naomi Watts in Gypsy, un nuovo dramma molto atteso dal servizio di streaming. Nella serie in dieci parti, pubblicata questo mese, Lucy interpreta una giovane donna dipendente da pillole da prescrizione che si avvicina eccessivamente alla sua terapista [Naomi], che ha problemi suoi e incoraggia il superamento dei confini medico-paziente. Ho visto in anteprima lo spettacolo, filmato in

New York e diretto da Sam Taylor-Johnson (tra gli altri), e prevediamo che sarà un enorme successo. “I grandi film erano la cosa più importante, ma oggigiorno le persone vedono il valore di poter esplorare i personaggi in un arco di tempo più lungo”, dice Lucy.

Ci incontriamo poche ore dopo aver terminato le riprese in una foresta gallese per un altro dramma Netflix, Apostle, con Dan Stevens (famoso per Downton), su un culto religioso nel 1905, con Lucy che interpreta la figlia del leader. Le riprese sono terminate alle 2 del mattino: “Scusa, sono così incoerente”, gracchia. “La mancanza di sonno non aiuta il mio vocabolario.” Eppure, nonostante sia stanca, è articolata ed espansiva.

Lucy, 23 anni, originaria di Blackheath, nel sud-est di Londra, è figlia di due giornalisti, il che potrebbe spiegare la sua eloquenza. Suo padre Graham è un redattore di viaggi di giornali e sua madre Adriaane è una scrittrice freelance. Lucy sembra molto intelligente ed è un prodotto delle migliori scuole femminili di Londra: prima la Blackheath High School, dove è stata scoperta in un corso di recitazione all’età di 11 anni, e poi la James Allen’s Girls ‘School, che ha anche scoperto le attrici Charlotte Ritchie e Sally Hawkins.

Per tutto il tempo che Lucy può ricordare, ha voluto recitare. ‘Non era mai abbastanza per me guardare qualcosa, avevo bisogno di capirlo. Il mio film preferito era My Girl [il racconto di formazione del 1991]. Rivedevo Anna Chlumsky mentre girava la scena del funerale [la sua migliore amica muore per una reazione allergica a una puntura d’ape] più e più volte, e poi andavo allo specchio per vedere se riuscivo a farmi piangere pensando al mio gatto che stava morendo.

‘Il momento cruciale è arrivato quando avevo dieci anni: ho avuto questa brillante insegnante di recitazione, Helen Kay. Ci ha insegnato che recitare non significa fare finta; era capire la mente umana e il motivo per cui le persone funzionano come fanno. E che tu agisca con i tuoi occhi – ho trovato affascinante che tu possa diventare un altro essere umano attraverso qualcosa di così minuto. ‘

La grande occasione di Lucy è arrivata quando ha vinto il ruolo della giovane Beatrix Potter nel film biografico del 2006 Miss Potter, insieme a Renée Zellweger, dopo che un agente di casting ha partecipato a un seminario di recitazione nella sua scuola. ‘Sono tornato a casa con una lettera che diceva: “Tua figlia è stata invitata a un’audizione”.

Mia madre ha pensato che sarebbe stato adorabile per me provare. Nessuno di noi si aspettava che venisse via, ma sono riuscito a passare un round dopo l’altro. Dopo l’ultima audizione, eravamo in un bar a bere una cioccolata calda e mia madre diceva: “Finché hai fatto del tuo meglio …” e poi il suo telefono squillò. ” Era l’agente che diceva loro che Lucy aveva la parte. ‘La mamma è scoppiata in lacrime, cosa che ho trovato mortificante.

‘Da quel momento, qualcosa è cambiato in modo permanente dentro di me in termini di come vedevo me stesso e la scuola. Le riprese sono state magiche: trovarmi su un set in cui sono stato trattato come un adulto ”. Renée, già famosa come Bridget Jones, era, ricorda, “morbida, dolce e una presenza così gentile”. (Lucy non è rimasta in contatto con lei, ma ha visto i successivi film di Bridget. “Diavolo sì! Ho adorato il più recente.”)

“È stato così speciale immergermi nel mondo di Beatrix Potter, che ha fatto parte della mia infanzia”, ​​dice Lucy. “Tutto in quell’esperienza è stato perfetto, quindi tornare a scuola ed essere rimproverato per aver parlato è stato difficile. Ho imparato velocemente a non parlare della mia “altra vita”. Nella mia eccitazione nel dirlo agli amici, alcune ragazze pensavano che mi stessi vantando, il che era doloroso. ‘

Lucy da allora in poi evitò la scena del teatro a scuola. «È stato molto criceto. Mi sentivo intimidito, quindi non ho fatto l’audizione per recitare e ho continuato a recitare come qualcosa che facevo fuori dalla scuola. Nessuno dei miei vecchi compagni di scuola è attore; hanno un lavoro normale. Per fortuna il lavoro continuava ad arrivare, anche se Lucy ha attraversato un “periodo difficile”. Avevo circa 16 e 17 anni, quando ero troppo vecchia per i ruoli da bambina, ma troppo giovane per interpretare la protagonista.

‘Èuesto strano limbo in cui, se non sei una sorella Fanning [le attrici Elle e Dakota che, insolitamente, hanno raggiunto il picco nella loro adolescenza], è difficile posizionarti. Per fortuna, sono uscito dall’altra parte. Adesso lavoro costantemente, ma non lo do mai per scontato; Incrocio le dita ogni giorno. Non direi mai: “Ce l’ho fatta”. Spero un giorno di sentire la calma di essere sistemato. ‘

Lucy dice che un altro momento cruciale è arrivato quando ha conquistato la protagonista femminile nel film di piacere candidato ai Golden Globe Sing Street, ambientato nella Dublino degli anni ’80 e diretto da John Carney. Quando viene riconosciuta al giorno d’oggi, è come Raphina, un’aspirante modella dai capelli grandi la cui bellezza ispira il protagonista maschile a creare una band per impressionarla. Lucy descrive le riprese come ‘forse i migliori due mesi della mia vita. Raphina è diversa da me in ogni modo, e il fatto che potessi interpretarla così come ho dimostrato che mi si può fidare di personaggi che si allontanano selvaggiamente dalla mia stessa personalità. ‘

 o stesso si può dire di Allison, il suo personaggio in Gypsy, che ha abbandonato l’università e sta perdendo sua madre per il cancro e la sua vita per la droga. La performance di Lucy è avvincente, così come la sua chimica con Naomi Watts – “l’attore più generoso e presente” – il cui personaggio, il terapeuta Jean Holloway, diventa una sorta di madre surrogata per Allison in un modo che non è del tutto appropriato.

“Anche se non sono un tossicodipendente o in terapia, mi relaziono con Allison e con quella sensazione di” Pensavo che ormai avrei avuto tutto insieme “. Quando sei più giovane, hai un piano perfetto per la tua vita: pensavo che sarei fidanzato a 24 anni, sposato a 26, avere il mio primo figlio a 28 e il secondo a 30. Ma man mano che ti avvicini a ogni età, tu rendersi conto che è irrealizzabile. Mi sto abituando a quella mancanza di controllo, ma Allison lotta con essa. Sono in empatia con lei e il desiderio di ritirarmi a essere un bambino, quando tua madre ha risolto tutto.

Sebbene la serie si concentri su un terapeuta sinistro, Gypsy è generalmente utile per promuovere la conversazione sulla salute mentale, pensa Lucy. “ La terapia era qualcosa che associavo all’America, mentre nel Regno Unito c’era il desiderio di mantenere un labbro superiore rigido, ma penso che il principe Harry che si fa avanti e le persone che ne parlano di più ora siano fantastici in termini di eliminazione del tabù.

CAMICIA, allenatore. SHORTS, Giuseppe di Morabito. ORECCHINI, Chanel

‘Si spera che le persone si rendano conto che vedere un terapista non è diverso dall’andare da un medico per un disturbo fisico. Sto cercando di accettare di più me stesso: tu senti quello che senti; ogni sensazione è valida; devi riconoscerlo e andare avanti. ‘

Lucy ammette che la sua industria non è per i fragili: “La pressione per avere un bell’aspetto è intensa. È difficile essere immuni a questo e all’autocoscienza che ne deriva. Avendo frequentato scuole femminili, sono esperto di diete alla moda e di quanto brutalmente le donne possano giudicare se stesse. Diventa più facile invecchiando. Le persone che guardo di più sono attrici come Kate Winslet e Amy Schumer, che non sono mai state taglia zero e vengono giudicate in base al loro corpo di lavoro, non ai loro corpi. ‘

Stranamente, i capelli di Lucy – naturalmente ‘un triste, marrone topo’ – l’hanno fatta sentire meno esaminata. “Nessuno sa chi sono”, ride. ‘Sono stato biondo platino, che è il mio preferito. Attualmente sono una rossa [per Apostle], a cui ci è voluto del tempo per abituarmi. Ora sto desiderando i capelli scuri. A volte anche i miei amici non mi riconoscono, quindi camminare per strada non è un problema! ‘

Potrebbe cambiare. Lucy è stata recentemente nominata una nuova cotta di bellezza da Vogue, e tale è la portata di Netflix che diventerà senza dubbio un nome familiare qualunque cosa faccia con i suoi capelli.

E c’è il piccolo problema del suo ruolo in Assassinio sull’Orient Express (per il quale è diventata bionda), diretto da Kenneth Branagh e destinato a diventare il film corale di serie A dell’anno quando uscirà in autunno. Il suo cast stellare include Johnny Depp (che, secondo quanto riportato dai tabloid statunitensi, si è innamorato di Lucy sul set), Dame Judi Dench, Michelle Pfeiffer, Penélope Cruz e Olivia Colman.

Dieci anni prima, in Miss Potter

Lucy in Sing Street con la co-protagonista Ferdia Walsh-Peeloand

Lucy ammette che l’esperienza delle riprese è stata intimidatoria. ‘Avevo pensato che dopo aver sparato tutti si sarebbero ritirati nei propri angoli, ma siamo usciti tutti insieme in una stanza, a bere il tè. Era surreale – tutte queste facce che ero cresciuto ammirando e dovendo sopportare la mia parte. Kenneth ha creato questa calda atmosfera, però, in cui eravamo tutti come una famiglia. ‘

L’unica persona per cui si sentiva colpita dalle stelle era Michelle. «Mi ci sono voluti tre giorni prima di poterle parlare. Trasuda fresco, ma in realtà è calda e divertente. ‘ Nel film appare anche Sergei Polunin, il controverso ballerino ucraino che ha lasciato il Royal Ballet. Lucy era “in soggezione” di lui. «Non pensa mai troppo a una scena; è così presente, che si muove istintivamente attraverso ogni secondo. Puoi sentire l’energia cambiare intorno a lui. Ho intenzione di rubare la sua etica del lavoro con effetto immediato. ‘

Non tollererà le voci di Johnny – “per favore scrivi:” Dice qualcosa di intelligente e spiritoso sul non discutere della sua vita amorosa “” – o di quale dei suoi uomini principali è stato il suo tipo. “Non ho un tipo!” Ammette che uscire con qualcuno “che capisce le svolte e le svolte di questo settore” avrebbe probabilmente senso, “ma potrebbe essere qualcuno dietro la telecamera”. La sua altra uscita sul grande schermo quest’anno è Rebel in the Rye, un film biografico sull’autore di Catcher in the Rye JD Salinger, con Nicholas Hoult nel ruolo principale. E c’è, ovviamente, Dan Stevens in Apostle. È una raccolta ricca, ma tutto ciò che dirà è che sono entrambi “caldi e adorabili”.

Come molti dei suoi progetti recenti, Apostle è piuttosto oscura. «È un sacco di sangue finto e spaventose sparatorie notturne, ma lo adoro. Il set è un villaggio nel bosco in stile 1905 – è davvero inquietante. Penso di essere attratto dal materiale più oscuro perché è uno sguardo più estremo alle profondità dell’esperienza umana. Il buon orrore è molto più che tagliare: è un modo per esaminare il dolore e la perdita di sé. Ho sempre avuto paura della perdita, quindi ora sono attratta dall’esplorarla nel mio lavoro. ‘La famiglia di Lucy sostiene la sua carriera, anche se non condivide il suo amore per l’orrore. «La mamma, in particolare, non lo sopporta. Anche se voglio che sia orgogliosa di me e delle mie scelte, siamo molto diversi, quindi non sento di aver bisogno di consultarla quando non sono sicuro di una parte. Quando lo faccio, però, mi dice, “istinto al di sopra di tutto”, che è un ottimo consiglio. A causa dei bei ruoli che ho avuto la fortuna di ottenere quando stavo iniziando, è stato facile per loro essere eccitati per me. ‘

Dopo che Miss Potter, Lucy ha ottenuto delle parti negli adattamenti della BBC del romanzo per bambini Ballet Shoes, con Emma Watson, e Sense and Sensibility. Quando, tuttavia, le è stato chiesto di leggere per il film volgare St Trinian’s, sua madre ha posto il veto. «All’epoca era una novità per me. L’ho scoperto solo di recente “, ride. “Suppongo che sarebbe stato abbastanza divertente, ed ero un grande fan dei film originali di St Trinian.”

E quando Lucy lasciò la scuola prima del suo ultimo anno (per lavorare al film sulla guerra civile statunitense Copperhead) – “ con grande angoscia dei miei genitori ” e degli insegnanti ‘- tornò debitamente l’anno successivo e finì i suoi A-level al sesto posto. -formare il college. ‘Crescendo, mia madre è diventata protettiva nel garantire che la mia istruzione fosse la massima priorità. Era la mia accompagnatrice quando ero minorenne, ma non le interessa essere la mia manager o cercare di controllare la mia carriera ora.

La sorella maggiore di Lucy, Emma-Louise – una giornalista politica ‘seriamente intelligente’, a cui è ‘incredibilmente vicina’ – vive a New York, dove Lucy è nata e ha vissuto fino all’età di cinque anni mentre suo padre aiutava a lanciare l’edizione americana di Condé Nast Traveller. “Adesso divido il mio tempo tra Londra, Los Angeles e New York, e sento di appartenere a tutti loro, in parte perché mi sento un po ‘americano. Quando siamo tornati a Londra, io e mia sorella eravamo sconvolti. È diventata una competizione, che potrebbe mantenere il loro accento più americano. Ogni volta che uno di noi sembrava inglese, l’altro gridava: “Ragazza inglese! Ragazza inglese! ” e quello era l’insulto più profondo.

 «Adesso amo Londra, ma riesco a immaginarmi stabilirmi a New York. Mi piace Los Angeles, ma comincio a impazzire lì dopo tre settimane. Ho bisogno di vedere l’architettura urbana e i grattacieli ”.

Poiché i suoi genitori lavoravano nel giornalismo di viaggio, Lucy ha viaggiato molto da bambina – una buona preparazione per la vita peripatetica di un’attrice. Il suo viaggio più memorabile è stato una crociera lungo il fiume Nilo, che è stata “terrificante, perché proprio prima di partire i miei genitori hanno deciso di mostrarci La morte sul Nilo di Agatha Christie!” I suoi ricordi più belli sono dei safari in Sud Africa. ‘Mi piaceva vedere gli animali liberi, non in gabbia. Sono un grande amante degli animali. Il mio piano B, se la recitazione non ha funzionato, era diventare un veterinario o lavorare per la RSPCA. ‘

Fortunatamente, non sembra che sarà necessario alcun piano B.

Leave A Reply

Your email address will not be published.