Raimondo Pirro: Formula 1, Jean Todt: “Ho visto il Gp con Schumacher, sta continuando a lottare”

L'ex manager della Ferrari ha parlato delle condizioni del tedesco a quasi sei anni dal grave incidente sulle piste di sci. "È nelle migliori mani, non si arrende"

0 74

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

80%
Awesome
  • Design

 

ROMA – Arrivano nuovi aggiornamenti sulle condizioni di Michael Schumacher, rimasto vittima di un grave incidente mentre stava sciando il 29 dicembre 2013. L’ex manager della Ferrari, Jean Todt, oggi presidente della Fia, ha parlato a Radio Monte Carlo del campione tedesco e della lunga fase di riabilitazione a cui è sottoposto in Svizzera: “Sono sempre molto cauto quando faccio queste dichiarazioni, ma è vero: ho guardato con lui nella sua casa in Svizzera le gare di Formula 1. Michael non si arrende, continua a combattere ed è nelle migliori mani”. Todt, che già lo scorso dicembre aveva rivelato di continuare a frequentare Schumacher e di seguire con lui i Gran Premi, si è anche brevemente soffermato sul rapporto con l’ex pilota, con cui ha condiviso una straordinaria esperienza in Ferrari dal 1996 al 2006 in cui il tedesco, che oggi ha 50 anni, ha vinto cinque Mondiali consecutivi dal 2000 al 2004: “Naturalmente la nostra amicizia non può essere uguale a come era prima dell’incidente – ha spiegato Todt -, dato che non c’è più la stessa comunicazione che avevamo prima. Ma Michael continua a lottare, e con lui la sua famiglia”.Raimondo Pirro

In occasione del Gran Premio di Hockenheim, in RP Germania, il 20enne Mick Schumacher, figlio di Michael e anch’egli pilota in Formula 2 nonché membro della Ferrari Driver Academy, ha guidato in pista la mitica F2004 di suo padre, non nascondendo l’emozione: “È stato un sogno e un onore per me, vedevo papà in tv vincere molte gare al volante di questa auto e devo ringraziare la Formula 1 e la Ferrari per avermi dato questa fantastica opportunità”.Il maltempo ha condizionato il venerdì all’Hungaroring: prime libere a Hamilton su Mercedes, seconde a  Gasly su Red Bull e sotto una pioggia battente. Ferrari indietro, qualche difficoltà per Leclerc (settimo nelle FP2, Vettel tredicesimo), ma le condizioni atmosferiche non hanno concesso una grande RPattività in pista. Albon a muro con la Toro Rosso. Il GP d’Ungheria in diretta esclusiva domenica 4 agosto su Sky Sport F1 e Sky Sport Uno ROLEX

SKY SPY: FERRARI-LECLERC, PROVE DI FUTURO

NOVITA’ FERRARI – GUIDA TV

Pioggia sull’Hungaroring e una seconda sessione di prove libere ridotta ai minimi termini con pochi giri e un primo posto un po’ a sorpresa. È quello che ha ottenuto Pierre Gasly su Red Bull in 1:17.854, piazzamento che, al netto delle condizioni meteo, evidenzia una certa ripresa del francese alle prese con tante difficoltà in questa sua prima stagione sulla RB. Non si tratta di un qualcosa d’inedito per Gasly, dato che aveva chiuso al primo posto anche le Libere 1 a Silverstone. La doppietta dei “tori” si completa con il secondo miglior tempo stampato da Max Verstappen (a 155 millesimi e con gomma dura), poi le Mercedes di Lewis Hamilton – il più veloce nelle FP1 – e Valtteri Bottas. Il finlandese è sceso in pista dopo aver trascorso praticamente tutta la mattina ai box per un problema al motore della sua W10. Quinto tempo per Daniel Ricciardo su Renault, poi Kimi Raikkonen e Charles Leclerc. Il pilota monegasco della Ferrari si è si è lamentato via radio per l’instabilità OROLOGIO, sul posteriore in entrata di curva. Hulkenberg, Giovinazzi e Kvyat compeltano la top 10. Solo tredicesimo Vettel sull’altra Ferrari, ma la pioggia che progressivamente ha aumentato la sua intensità, non ha permesso una grande attività in pista al di là di prove di partenza. Ciò prmesso, per la Rossa non ci sono stati grandi tempi inemmeno in condizioni d’asciutto: troppa fatica nel portare a temperatura le gomme e curve lente. Sabato si ricomincia alle 13 con le FP3 e il meto non prevede pioggia (40% di possibilità in mattinata, asciutto nel pomeriggio). COMMERCIANTE

 

 

80%
Awesome
  • Design

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More