Intervista a Sailys del Mar : Essere Donna è quello che voglio

0 366

   

Fare la modella, sogno di molte ragazze, come si inizia? E come funziona?

 

Bella domanda, non l’ho capito neanchio come ho iniziato!  Scherzo!  Ogni modella ha una storia diversa di come ha cominciato questo lavoro, da un semplice shooting o da un concorso di bellezza, poi esponendo il proprio lavoro per farsi conoscere attraverso anche i social.  Per me è iniziato per caso, un hobby diventato, dopo aver frequentato un corso per fotomodelle, un lavoro che oggi svolgo con passione:  tutto ha avuto inizio con alcuni shooting e in breve tempo sono aumentate le richieste di collaborazioni e partecipazione ad eventi fotografici.

 

Cosa ti ha spinto a fare la modella. Era già un tuo sogno da bambina?

 

In realtà da piccola volevo fare la ballerina, e per un po’ lo sono stata. Mi hanno spinta le numerose richieste di lavoro e il capire di essere portata e soprattutto quando ho sentito che questo lavoro mi appassionava davvero!

 

Che sensazioni hai provato durante il tuo primo servizio fotografico?

Ero molto insicura ma mi sono trovata bene davanti allobiettivo, alla fine è stato divertente.

 

Una domanda frivola, qualè il tuo outfit preferito?

Lingerie nera di pizzo, con giarrettiera o bustini molto sexy e ovviamente tacchi a spillo.

 

In un mondo sempre più social qual è il tuo rapporto con instagram?

All’inizio non ero molto social poi ho iniziato ad usarlo come vetrina del mio lavoro e uso le storie un po’ come diario personale.

 

Che importanza dai ai social network?

E’ molto importante per chi fa questo lavoro, è indispensabile, inoltre è il modo più veloce per trovare contatti.

 

Cè un fotografo con cui vorresti lavorare?

Più di uno, tra cui Melissa Cartagena e Kesler Tran.

 

Modella e Fotomodella: quanto conta laspetto fisico e quanto invece quello caratteriale per il successo in questo lavoro?

Circa laspetto fisico, credo che all’inizio specialmente  conti  parecchio la  bellezza  ma anche avere

qualcosa di particolare ed essere espressivi,  e  sapersi distinguere!  Per quanto riguarda il carattere è più importante di quanto si pensi! Lavoreresti bene con qualcuno che ha un brutto carattere?

 

      Rimanendo nella moda settore, quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Per ora continuare a crederci e ad impegnarmi per farlo al meglio.  Questi primi mesi del 2019 sono

impegnata in diversi shooting e inizierò a girare un po’ tutta italia, da nord a sud (Bassano del Grappa, Milano, Torino, Verona, Firenze, Roma, Catania),   isole comprese, mentre in Europa ho fissato diverse tappe in Germania e Spagna,  e continuerò a lavorare per fotografi americani.  Per la prossima estate sono stata contattata da una azienda   emiliana per realizzare   il loro calendario

2020. Inoltre stiamo definendo in questi giorni un servizio  per una nota rivista maschile, ma non posso anticiparvi nulla per motivi professionali.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.