intervista Maura Carotti: fuoco e passione.

0 1.090

La showgirl e performer ospite dell’intervista di oggi si racconta, Maura Carotti, ricorda i suoi esordi con un pizzico di nostalgia del passato ma sempre con uno sguardo positivo verso il futuro e alla sua professione che ama, all’amore che ha lasciato un segno nella sua vita, si confida solo per tutti i lettori di BreakMagazine.

MAURA INNANZITUTTO GRAZIE DI ESSERE NOSTRA OSPITE, E COMINCIO SUBITO AD ENTRARE NEL VIVO DELLA NOSTRA INTERVISTA: QUALI SONO I BILANCI DI MAURA OGGI COME ARTISTA?

La mia è stata ed è, una vita molto felice, professione e vita privata non sono andate mai d’accordo, per molti motivi, ma il mio lavoro ha compensato tutti i vuoti che tutti noi artisti abbiamo, la cosa più dura  però è sempre quando torni a casa e non trovi l’affetto e il calore di cui ogni essere umano ha bisogno. Ho cominciato la mia carriera giovanissima, a 15 anni con la passione per il canto e da li la mia strada fu sempre in ascesa, soddisfazioni, palchi importanti, colleghi che mi hanno aiutato a crescere e ad amare il mio lavoro.  Da qualche anno, oltre ad essere una performer completa, mi sono dedicata solo alla conduzione, ho scritto programmi televisivi, li ho realizzati, con grandi difficoltà legati anche alla mentalità italiana, ma ce l’ho fatta; ho cominciato ballando, poi cantando, poi la grande possibilità di entrare in un mondo che non era il mio (non sono figlia d’arte) la televisione, facendo la professione che più amo al mondo: LA CONDUTTRICE.

A PROPOSITO DI GENITORI, VISTO CHE HAI INIZIATO GIOVANISSIMA LA TUA FAMIGLIA COSA NE PENSAVA E COSA NE PENSA OGGI DELLA TUA SCELTA PROFESSIONALE?

Be, i miei genitori hanno sempre avallato le mie scelte lavorative anche perché, si sono resi conto fin dalla mia più giovane età che avevo un qualcosa che doveva uscire fuori e che man mano che crescevo restava dentro…l’opportunità che ho avuto con la televisione ha fatto finalmente uscire la mia parte migliore, io stessa devo molto alla tv, e se oggi sono una donna molto serena lo sono perché i miei genitori mi hanno molto aiutato e spronato….Pensa, ancora mi ricordo, il mio provino all’ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA…e poi il mio provino in tv….mi accompagnarono loro, ed ero solo una bambina….senza il loro aiuto e il loro appoggio non avrei mai potuto intraprendere questa carriera fantastica!

OGGI QUINDI MANCA QUALCOSA ALLA TUA PIENA REALIZZAZIONE PERSONALE?

L’amore per i miei fan che da anni mi sostengono e non mi lasciano mai, mi ha fatto stare bene, mi ha dato tanto e mi da tanto ogni giorno, ma oggi alla soglia dei 40 anni, pur essendo una donna realizzata dal punto di vista lavorativo, c’è sempre qualcosa che manca! L’unico rammarico oggi è il non aver avuto un figlio…la voglia di maternità, la voglia di essere una donna completa, di trovare chi veramente ti comprende e ti ama nonostante tutto, incondizionatamente… c’è sempre. Ma alla fine idealizzi e credi di aver trovato la giusta tua metà inevitabilmente poi non è cosi. E ti avvicini ad uomini sbagliati… Poi ad un certo punto c’è stato un uomo importante, ma il tempismo e la distanza non ci hanno aiutato, ed ho molto sofferto e a dirtela tutta ci soffro ancora. Ma si arriva alla consapevolezza che forse nemmeno lui poteva essere quello giusto. Gli uomini che si avvicinano ad una donna come me devono prima comprendermi,  avere rispetto e poi AMARMI, cosi come sono, in tutta la mia complessità di artista e di donna. AMARE un’artista è complesso, rischioso, sono io la prima a dirlo, ma alla mia età so anche che la più grande problematica del nostro secolo è la mancanza di dialogo, la gente non si parla più, usa i social, la gente non si ama veramente, ma la idealizza con poche telefonate… ma ha smesso di corteggiarsi, di conoscersi, di amarsi quotidianamente. Mi piacerebbe molto ricevere una lettera d’amore, una di quelle scritte con carta e penna e non una fredda email!

NEGLI ULTIMI ANNI HAI ANCHE INIZIATO A FARE LA MODELLA…COME MAI? E PERCHE?

Perché sentivo l’esigenza di essere ciò che sono in tutta la mia interezza, la “NUDITA’ E’ UN VESTITO CHE BISOGNA SAPER INDOSSARE”, io mi sento a mio agio anche senza veli perché credo che per indossare un vestito cosi IMPORTANTE (come avere la consapevolezza di mostrarsi a nudo) ci voglia CORAGGIO, CARATTERE E PERSONALITA’. Il nudo non è solo un corpo, ma è una storia che si racconta dietro ad una foto. SEMPRE. E infatti in questa occasione volevo anche mandare un messaggio a tutte le donne, che non esiste un tempo per essere belle, che bisogna sentirsi belle dentro…malgrado le rughe e quel po’ di pancetta di cui non bisogna vergognarsi ma andarne fiere…E poi mi sono dedicata al pubblico, per tutta la vita mi sono dedicata agli altri, al palco, alla lucina rossa che si accende prima di una diretta.

MAURA OGGI COSA VEDI NEL TUO FUTURO?

Attualmente ho nel cassetto molti progetti, realizzare un format  televisivo tutto interamente dedicato alle donne, dove si può parlare apertamente di ogni piccola sfumatura dell’essere donna oggi in questo millennio cosi problematico e bigotto. Si dice che il mondo sia delle donne ed ancora oggi viviamo in un secolo dove si subisce ancora il potere dell’uomo in ogni campo e in ogni settore non solo nel campo dello spettacolo. Mi piace molto il contatto con le persone e mi diverte molto stare vicino a chi non ha avuto la mia stessa fortuna, e poterne donare un po’ agli altri….ecco il potersi dedicare alle persone meno fortunate credo sia INDISPENSABILE se vuoi sentirti bene!!! E poi c’è sempre quella voglia di avere un figlio…ma soprattutto di AMARE, d’altronde l’amore muove il mondo malgrado tutte le brutture che ci circondano!

MAURA CI AVVIAMO ALLA FINE DI QUESTA BREVE INTERVISTA….C’E’ QUALCUNO CHE VUOI RINGRAZIARE?

Innanzitutto vorrei ringraziare voi che mi avete voluta come vostra ospite, poi tutto il mio staff che da anni mi segue, nessuno escluso! Tutti i miei fan che da anni mi seguono, negli eventi, nei progetti…E poi una persona che amo profondamente e che mi ha dato molto anche se non ci vediamo più. Una persona importante che tutti noi abbiamo avuto vicino e che ha lasciato un segno indelebile e che porterò sempre nel cuore e che ringrazio infinitamente per quello che mi ha insegnato.

 

 

 

80%
Awesome
  • Design

Leave A Reply

Your email address will not be published.