Mostre d’arte e chef stellati: così gli outlet crescono come «destinazioni»

0 107

entitré mila visitatori alla mostra interattiva “Van Gogh Shadow”, ospitata all’interno di Valmontone Outlet. Un progetto artistico che lega a doppio filo Fidenza Village e Miart. E, infine, uno chef stellato, Antonino Canavacciuolo, pronto ad aprire un punto di ristoro al Vicolungo the Style Outlet (Novara).

Gli ultimi progetti messi in calendario dagli outlet italianiconfermano la volontà che i villaggi – nati come tempio della moda griffata a prezzo scontato – hanno di rafforzare la loro dimensione lifestyle, fatta di cultura, food e, più in generale, esperienze che vadano al di là dello shopping tout court. Attirando una clientela italiana a caccia di novità, ma soprattutto stranieri che vogliono fare esperienza del lifestyle italiano. Secondo l’operatore tax free Planet (che ha una quota del 25% del mercato italiano) i villaggi outletvalgono infatti il 9% delle

Grandi classici in versione hi-tech e arte contemporanea

Il pubblico ha accolto bene queste iniziative, come dimostra il numero delle persone che hanno visitato la mostra di Van Gogh allestita al Valmontone Outlet, che si trova a 40 km da Roma e ha 180 negozi. “Van Gogh Shadow” – ideata dal visual designer Luca Agnani – ha riproposto alcune delle opere più famose del pittore olandese in versione tridimensionale e animata, con un impatto positivo anche sui conti del vilaggio, gestito da Promos: nei quattro weekend di programmazione, infatti, l’evento ha fatto registrare picchi di 3.000 ingressi e, nel mese di marzo, il centro ha registrato un +16% di visitatori rispetto allo stesso periodo del 2018. «Crediamo che iniziative come queste – ha detto Tomaso Maffioli, ad di Promos – siano degli ingredienti fondamentali non solo perarricchire la shopping experience dei nostri clienti ma per fare cultura all’interno di un luogo come l’outlet che da spazio commerciale si sta sempre più trasformando in luogo di aggregazione».

Qualche centinaio di chilometri più a Nord-Est, a Fidenza Village, uno degli outlet The Bicester Village Shopping Collection by Value Retail, è in corso il progetto Love di Camilla Falsini, realizzato per Fidenza Village in collaborazione con Miart, la fiera di arte contemporanea milanese (dal 5 al 7 aprile a Fieramilanocity) che da ormai tre anni lavora con l’outlet emiliano, a sua volta sponsor dei premi “Generations” e “Miart educational”. Il progetto Love consiste in una serie di installazioni a tema Love che, da Milano, arriveranno a Fidenza “occupando” alcuni tra i simboli della struttura, come la Grande Torre d’ingresso del villaggio. L’obiettivo è quello di far vivere ai visitatori un’esperienza artistica “immersiva”.

Il punto di ristoro diventa food destination

Non è solo l’arte a rendere i villaggi outlet più appetibili da un punto di vista lifestyle, ma anche il food. Se, infatti, le aree ristoro sono nate inizialmente con un obiettivo pratico, quello di offrire uno spazio per il pranzo, la cena o uno spuntino a chi faceva shopping, oggi la proposta sta diventando intenzionalmente molto più sofisticata. I ristoranti negli outlet, insomma, non fanno da intermezzo nella maratona di shopping off-price, ma sono loro stessi una destinazione. È il caso di “Antonino, il Banco di Cannavacciuolo” nuovo indirizzo gourmet che debutterà nel Vicolungo The Style Outlets (Novara) alla fine di maggio. Non si tratterà di un vero e proprio ristorante, ma di una gastronomia gourmet all’insegna della cucina napoletana, dove poter consumare le pietanze oppure, semplicemente, acquistare i prodotti firmati dal giudice di Masterchef . «Questo accordo si inserisce nella linea strategica e di sviluppo di Neinver per i propri centri – ha spiegato Eduardo Ceballos, country manager Italia del gruppo spagnolo -. Un’eccellente offerta commerciale non ci basta. Lavoriamo ogni giorno perché i nostri ospiti possano godere del miglior ambiente e dei migliori servizi possibili e per assicurare loro una shopping experience unica. L’offerta di ristorazione è centrale a questo proposito».

Vicolungo è uno dei due Style Outlets che il gruppo Neinver gestisce in Italia -nel 2018, insieme a Castel Guelfo (Bo) ha registrato 6,3 milioni di visitatori – ed è stato oggetto di un restyling nel quale il gruppo ha investito 9 milioni di euro e che si concluderà entro l’estate.

Sempre entro l’estate – e questa è la più grande novità nel segmento outlet, in Italia e non solo – dovrebbe aprire i battenti il The Mall Sanremo del Gruppo Kering, focalizzato sui marchi di lusso. Se l’apertura è circondata dal mistero, il “modello” c’è già e funziona bene: è The Mall Firenze, a Reggello (Fi), un concentrato di brand di alto profilo in un contesto curato anche sul piano della ristorazione, con la terrazza del Gucci Caffè, spazio per rilassarsi e godersi un pasto o uno spuntino, a dominare il tutto.

Leave A Reply

Your email address will not be published.