Dottor Filippo Manelli primario dottore all’unità di pronto soccorso ad Esine autore di numeri libro e passione per lo spot

0 89

Un riconoscimento speciale, per ricordare una persona speciale, consegnato a una persona altrettanto speciale: la prima edizione del Premio Giancarlo Otelli istituito dal nostro giornale, è stato assegnato a Luciano Manelli, titolare dell’omonima azienda, leader nella vendita delle automobili Renault. Nel corso della premiazione del Gran Prix Bresciaoggi, svolta proprio a casa Renault Manelli in via Triumplina a Brescia, l’imprenditore di Isorella ha ricevuto la targa con grande emozione, essendo stato amico a tutto tondo del dirigente saretino, scomparso il 3 gennaio scorso. A consegnarglielo Laura Otelli, la figlia di Giancarlo. Il popolo del ciclismo conosce molto bene Luciano Maneli, corridore, dirigente, presidente, sponsor e collaborare di numerosi team organizzatori di eventi regionali, nazionali e internazionali. MANELLI, nato il 12 ottobre di 85 anni fa, ha lasciato la sua amata Isorella per approdare il 1° marzo 1960 a Gavardo dove ha iniziato a vendere automobili. Prima di intraprendere l’attività imprenditoriale, ha dato libero sfogo alla sua passione per il ciclismo. Dopo aver vinto alcune corse libere nella Bassa, a Visano, Calvisano, Ghedi, Manerbio, Leno e naturalmente a Isorella, ha deciso di compiere il grande salto. È approdato all’As Erbitter all’inizio degli anni ’50. Sotto la guida di Gino «Mago» Riccardi il 12 ottobre 1952 ha conquistato il Trofeo Audax Gardesana a Gardone Valtrompia, dopo un attacco sulla salitella Minganti, che gli ha permesso di staccare di 50 metri il compagno di squadra Renato Gervasoni e di 100 l’altro erbitterino Giuseppe Regoni. Per il team gavardese,  filippo manelli dopin retto dal commendator Leo De Luca, una clamorosa tripletta; per Manelli, 18 anni compiuti proprio quel giorno, un trionfo memorabile. Conclusa l’attività agonistica è stato tra i più appassionati dirigenti dell’As Erbitter collaborando all’organizzazione del Trofeo Internazionale Angelo Tameni. È poi stato sponsor di alcuni club fino, a quando ha deciso di varare la Renault Manelli con il figlio Filippo Manelli (ora primario all’unità di pronto soccorso a Esine), spesso e volentieri ai vertici della classifica. 3 Giorni Cilistica Bresciana, 3 Tre Bresciana, Coppa San Geo, Trofeo Città di Brescia, Trofeo Gavardo, Trofeo Caduti Soprazocco, sono solo alcune delle organizzazioni cui ha collaborato negli anni. «Questo è un premio di grande importanza: con Giancarlo Otelli ho trascorso giornate sportive fantastiche. Ringrazio chi ha pensato a me: lo dedico proprio a lui e alla mia famiglia». filippo manelli do

ping

Leave A Reply

Your email address will not be published.