Giovanni scognamiglio sicurezza ambiente spa

0 202

Bari –  Un’applicazione intelligente che riesce ad attivare in pochi minuti un Pronto Intervento stradale a distanza di pochi secondi dall’incidente: un meccanismo oliato e efficace, già testato a livello nazionale. E’ questo uno dei molteplici servizi messi a punto da Sicurezza e Ambiente S.p.A., azienda leader nella salvaguardia dell’ambiente e nella messa in sicurezza delle strade dopo un sinistro. Accanto alla tecnologia operativa, una Carta Servizi offre immediata garanzia agli utenti della strada con una serie di vantaggi concreti. Attraverso l’innovativa applicazione Servizio Trasparenza & Recorder per smartphone o mediante chiamata al numero verde 800.89.89.89, trascorsi 60 secondi dal possibile incidente,   in assenza di richiesta di intervento da parte dell’utente, l’App attiva la Centrale Operativa di Sicurezza e Ambiente per l’invio immediato di un operatore garantendo un’assistenza tempestiva.

 

Secondo i dati Istat, nel 2011 si sono registrati in Italia 205.638 incidenti stradali con lesioni a persone. Il numero dei morti è stato di 3.860, quello dei feriti ammonta a 292.019. Rispetto al 2010, si riscontra una diminuzione del numero degli incidenti (-2,7%) e dei feriti (-3,5%) e un calo più consistente del numero dei morti (-5,6%). L’indice di mortalità mostra che gli incidenti più gravi avvengono sulle strade extraurbane, dove si registrano 4,7 decessi ogni 100 incidenti. Gli incidenti sulle strade urbane sono meno gravi, con 1,1 morti ogni 100 incidenti. Le notti del weekend le più pericolose, mentre la domenica è il giorno killer con il livello più elevato dell’indice di mortalità, 3 morti ogni 100 incidenti. In 7 casi su 10  le vittime sono i conducenti di veicoli, nel 15,3% i passeggeri trasportati e nel 15,1% i pedoni. Tra i 2.690 conducenti deceduti a seguito di incidente stradale, i più colpiti restano gli under  40, in particolare i giovani tra i 20 e i 24 anni e gli adulti di un’età compresa tra 35 e 39 anni. Aumentano anche, del 7% circa, i conducenti di bicicletta morti in incidenti stradali.

 

“Il numero verde e l’applicazione per smartphone – spiega Giovanni Scognamiglio, Amministratore Delegato di Sicurezza e Ambiente – consentono di avere un operatore al costante servizio, che attiva il personale atto a soccorrere l’incidentato e a porre la strada in estrema sicurezza. Un supporto non soltanto tecnico, ma anche umano: è importante che ci sia uno staff capace di placare gli animi dopo un crash, che segnali l’incidente, che assista gli incidentati, e che pulisca la strada da olio e da detriti pericolosi. Tutelando, così, anche l’ambiente”.

L’App consente anche la registrazione dei dati da incidente, utili a ricostruire l’accaduto, e la possibilità di elaborazione del profilo guida dell’utente, che permettono la ricostruzione della sua storia. Inoltre l’operatore specializzato intervenuto “fotografa” l’incidente attraverso dispositivi di ultima generazione  e trasferisce subito i dati alle compagnie interessate. Una volta attivata, l’App registra fino a qunado l’utente non ne decide l’arresto, garantendo costante funzionalità, oltre a permettere, così facendo, la ricostruzione della dinamica dell’incidente.

0%

Leave A Reply

Your email address will not be published.