Intervista Greta Ray e il suo nuovo singolo

0 379

 

Chi è Greta Ray? Raccontaci di te, la tua infanzia, i tuoi studi, i tuoi interessi.

Sono una modella professionista, cantante e attrice, nasco a Cantù il 23 Aprile del 1999, mi reputo una ragazza semplice, ambiziosa e determinata. I miei genitori fin da piccola mi hanno sempre sostenuto e creduto nelle mie capacità. Ho frequentato il Liceo Artistico e mi sono diplomata l’anno scorso. Oltre al mio lavoro una delle mie più grandi passioni è l’equitazione.

A quale età hai iniziato a cantare e ad appassionarti alla musica in generale?

La nonna mi ha passato questa fantastica passione, ricordo quando cantavamo insieme le canzoni dei cartoni animati. All’età di 9 anni frequentai un corso privato di pianoforte e dal 2015 frequento lezioni di canto con Massimiliano Cenatiempo e Giancarlo Genise. La musica mi ha aiutato e mi aiuta tutt’oggi nei momenti più fragili e per me è un modo per esprimere al meglio le mie emozioni al pubblico che mi ascolta.

Come definiresti il tuo ‘genere’ musicale e perché?

Il mio genere è decisamente “pop/rock, gli arrangiamenti dei miei brani hanno un sound e una linea melodica molto British con il testo in italiano, infatti uno dei miei idoli più grandi è James Blunt, oltre ad amare le sue canzoni, adoro la sua grande capacità interpretativa.

 Il 18 Gennaio esce il tuo nuovo singolo, chi l’ha scritto? di cosa parla?

”L’amore che colore ha” è stato scritto da me, Massimo Tornese, Daniele Piovani e prodotto da MMG Trend Production. Nuovo anno, nuovi progetti ma soprattutto nuove collaborazioni. Non finirò mai di ringraziare i miei produttori Martin e Max per tutto ciò che stiamo costruendo insieme, tra di noi c’è un bellissimo rapporto d’amicizia e rispetto reciproco.

Il brano racconta e descrive le sfumature dell’amore attraverso i cinque sensi. L’Amore è un sentimento che nessuno sa descrivere alla perfezione, è quell’insieme di forti emozioni che si possono provare anche più volte nella vita. L’Amore può essere ovunque, dentro e intorno a noi, e quando ami non ci sono leggi. L’Amore non ha colore, età, sesso e non fa differenze.

Quando hai iniziato a lavorare nel mondo della Moda? Come è iniziato il tutto?

Tutto ebbe inizio all’età di 4 anni. Su un quotidiano c’era un annuncio, cercavano una bambina per una pubblicità di scarpe per un noto settimanale italiano, mio padre rispose all’annuncio e scelsero me. Ricordo ancora i miei capelli biondi lunghissimi e i grandi pianti che feci quando dovettero pettinarmi (ride).

Ti piacerebbe sfilare alle Fashion Week? Per quali Brand?

Ho già fatto parte della Milan Fashion Week due anni fa. Ho sfilato per Terranova, Chiara Boni, ed altri marchi, l’ultimo è stato Just Italy di cui sono tutt’oggi la loro testimonial nazionale ed internazionale. Non nego che mi piacerebbe sfilare per Moschino, Monclaire, Chanel ed altri marchi importanti ma nella vita mai dire mai.

Quante ore al giorno dedichi al tuo lavoro?

Circa 16 ore al giorno, nei periodi più intensi, prima dell’uscita di un nuovo brano o prima di una sfilata importante arrivo anche a 20 ore (ride). Al mattino mi dedico all’esercizio fisico e ai vocalizzi. Dopo pranzo raggiungo il mio studio dove organizzo gli shooting e i vari eventi, creiamo nuovi brani con il mio staff, scegliamo gli scatti da pubblicare sui social e gestiamo tutto quello che riguarda l’ufficio stampa. Naturalmente tra una pausa e l’altra cerco di rispondere ai commenti dei miei fans su facebook, instagram e you tube.

Qual’ è il tuo stile di tutti i giorni? Tacco alto o ballerine?

Ciabatte e via (ride). Quando sono in studio a lavorare mi vesto molto comoda, leggins, maglietta e felpa legata in vita. Quando sono ospite ad un evento o per qualsiasi lavoro esterno ovviamente tacco alto e abbigliamento inerente.

 Ad oggi, quali sono state le persone più importanti nel tuo percorso professionale?

Martin e Max, i miei produttori. Sono due persone fantastiche che credono in me e mi sostengono ogni giorno, dalla mattina alla sera. Non finirò mai di ringraziarli!

Naturalmente un grazie speciale va anche al mio pubblico e a tutte le persone con cui collaboriamo.

 Quanto è importante l’aspetto fisico oggi? Quanto tempo dedichi alla cura del tuo corpo?

Non posso negare che al giorno d’oggi l’aspetto fisico è molto importante per la carriera artistica di una ragazza soprattutto nella moda e nel cinema. Fortunatamente ho molti impegni lavorativi e quindi amo presentarmi sempre in modo impeccabile. Ogni due settimane vado dalla mia estetista che mi rimette a nuovo, una volta al mese dalla mia parrucchiera e tutti i giorni mi alleno facendo un’ora di cardio e poi tutti esercizi a corpo libero per definire al meglio il mio corpo.

Cosa fai nel tempo libero? Pratichi uno sport in particolare o più di uno?

Nel tempo libero, anche se poco, esco con gli amici, shopping, oppure, la cosa che preferisco, raggiungere i miei cavalli in scuderia.

Sappiamo che da piccola frequentavi un centro di equitazione. Ci piacerebbe sapere di più di questa passione per i cavalli. Avevi un cavallo del cuore?

Si, da piccola c’era Filippo, un piccolo pony maculato. Crescendo mi sono affezionata a Pampero, con lui instaurai un rapporto fantastico, bastava dire “Galop” e lui partiva al galoppo senza dare nessun altro comando. Ora ho due cavalli che adoro, Annita e Jonny. Ogni tanto non ascoltano ma sono bravissimi.

Quant’è importate la follia in una donna come te?

Molte persone reputano “follia” una parola negativa, dal mio punto di vista l’artista deve anche essere un po’ folle altrimenti che artista sarebbe? Spesso di notte vado in giro in macchina senza una meta ascoltando musica fino alle 4 del mattino, quest’estate in America, in un super market ho fatto degli scatti particolari a prova di timidezza, cosa sarebbe la vita senza un pizzico di follia?

Un sogno nel cassetto che si è realizzato?

Un mio sogno nel cassetto è sempre stato quello di cantare un mio brano inedito davanti a tante persone. Quest’estate a Marina di Cecina, al Radio Stop Festival in compagnia di tanti BIG della musica italiana come Elodie, Irama, Anna Tatangelo.. ho presentato il mio terzo singolo “Vista Mare” con la mia crew di ballerini di fronte a 25.000 persone. E’ stata un’esperienza incredibile e molto emozionante.

Partiamo dal debutto. Come ti sei sentita a uscire per prima nella sfilata?

Uscire come prima modella in una sfilata mi è capitato diverse volte all’inizio della carriera. Mi ricordo benissimo la prima volta che fu in occasione di un concorso, dietro le quinte avevo l’ansia a manetta e mi tremavano le gambe, ancora oggi mi succede prima di un concerto o prima di una passerella ma dopo i primi 30 secondi dall’uscita si trasforma tutto in adrenalina e parte il divertimento.

Greta, parlaci dei tuoi progetti futuri  (Professionali e non)

Di progetti ce ne sono tantissimi, uscirà il mio brano estivo ad aprile 2019. Attualmente sono testimonial di Just Italy e stiamo preparando il nuovo catalogo di abiti da sera con corpetto in legno. Sono testimonial di un nuovo brand Easily Jeans e stiamo preparando la campagna pubblicitaria, ci sono in programma tante nuove collaborazioni come quella con “But Not”, “Drdcrn”, “PS Made in Tuscany”, “Soufeel”, “Deamland make up Milano” e tantissimi altri. Anche nel campo cinematografico ci sono dei progetti molto importanti come attrice protagonista ma per ora non posso svelare nulla. Vi invito a rimanere aggiornati seguendomi su Facebook (Greta Ray Model & Singer) e/o Instagram (greta_ray_official) e YouTube (greta ray vevo).

Ultima domanda, il senso della vita?

A volte non è facile rispondere a certe domande interiori ma penso che ognuno di noi abbia avuto il dono di esistere e bisogna lavorare sodo e sfruttare al meglio questa fantastica occasione. La vita è una sola e solo noi stessi abbiamo la possibilità di viverla al meglio. Il detto dice “come semini raccogli”.

 MARTIN MOOG

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More