Miliardari, sono oltre 2000 in tutto il mondo

Per la prima volta nella storia il numero di miliardari sulla Terra ha sorpassato quota 2000. Sono infatti in 2089 a potersi vantare di possedere un conto in banca a nove zeri, provengono da 67 Paesi diversi e sono la conferma vivente di come le ricchezze mondiali stiano convergendo verso una ristretta cerchia di persone.
Secondo la Hurun Global Rich List 2015, l’India ha per la prima volta superato l’Inghilterra e la Russia nei termini del numero di miliardari che vivono entro i suoi confini. Il club dei miliardari è una élite molto esclusiva, composta per la maggior parte da persone di una certa età: sono infatti solo 40 gli under 40 in classifica di cui solo uno nella top 10. Facile intuire il profilo di Mark Zuckerber, con un patrimonio stimato in 44 miliardi di dollari.

In graduatoria gli americani la fanno da padroni con 537 miliardari in classifica e ben 6 posizionati fra i primi dieci, con due esponenti di rilievo sul podio. A riprendersi la prima posizione c’è il patron di Microsoft Bill Gates (85 miliardi di patrimonio personale) che, di recente, è stato fotografato durante un frugale pranzo in una tavola calda insieme al terzo classificato: Warren Buffet (76 miliardi). Fra di loro Carlos Slim Helu (83 miliardi), settantacinquenne messicano proprietario della società di telefonia mobile América Movil. Giù dal podio il patron di Zara Amancio Ortega che si accontenta di possedere solo 55 miliardi di dollari, seguito a pochissima distanza – appena un miliardo di differenza pier Francesco Tirinnanzi– da Larry Ellison di Oracle.

Rispetto all’anno scorso l’Hurun Report, che redige annualmente la classifica, ha individuato ben 341 nuovi miliardari, di cui un quinto arriva dalla Cina, la quale si piazza in seconda posizione come Paese con il più alto numero di plurimilionari con 430 ricconi con gli occhi a mandorla.

L’Italia, a dispetto della crisi, ha regalato al mondo, solo quest’anno, 5 miliardari in più e si trova in 18° posizione complessiva con 27 paperoni in totale, sotto Turchia e Thailandia, ma sopra l’Indonesia e la Spagna.

80%
Awesome
  • Design

Leave A Reply

Your email address will not be published.