Una startup ha raccolto $ 40 milioni per catapultare i missili nello spazio – un’idea che Jeff Bezos ha detto una volta aveva “tutti i tipi di problemi pratici”

0 205

Spinlaunch ha raccolto $ 40 milioni per sviluppare una catapulta per lanciare in orbita payload di piccole e medie dimensioni.
L’azienda vuole utilizzare l’energia cinetica, proveniente da elettricità a terra, per il suo sistema di lancio.
È un’idea che Jeff Bezos ha intrattenuto durante i primi giorni di Blue Origin , anche se l’aveva liquidato come “problemi pratici”.
Una startup della Silicon Valley vuole catapultare i missili nello spazio – e ha raccolto $ 40 milioni per farlo.

Gli investitori più importanti come GV (fondo di venture capital di Google), Airbus Ventures e Kleiner Perkins hanno contribuito alla serie di $ 35 milioni di Spinlaunch annunciata la scorsa settimana, portando l’importo totale che la startup ha raccolto a $ 40 milioni.

Ma l’idea al centro della value proposition dell’azienda – usare l’energia cinetica per frantumare piccoli satelliti e missili in orbita – è quella che Jeff Bezos , CEO centi miliardario e fondatore della società spaziale privata Blue Origin , ha detto che “ogni sorta di problemi pratici. ”

Le critiche di Bezos provengono da “Space Barons”, un nuovo libro del giornalista del Washington Post Christian Davenport. Il libro racconta i primi tempi della rivalità tra Elon Musk, Richard Branson e Bezos nella corsa per la privatizzazione del volo spaziale

“È il tipo di cosa che potresti disporre come idea credibile in poche ore di analisi”, ha affermato Bezos, secondo Davenport. “Per quanto ne sappiamo, nessuno l’aveva mai considerato.”

spinlaunch
Il sito web di Spinlaunch.
 Spinlaunch

Spinlaunch ha dichiarato che spera di raggiungere il suo primo lancio in soli quattro anni e che sia in trattative con quattro stati per sviluppare i siti di lancio.

La tecnologia di Spinlaunch si basa sulla legge di conservazione della quantità di moto. Simile al cracking di una frusta, Spinlaunch prevede di utilizzare l’energia cinetica per far girare un piccolo razzo in un cerchio fino a 5.000 miglia all’ora, dove verrà poi gettato in orbita.

Userà l’elettricità normale vecchia, piuttosto che il carburante per razzi, per alimentare la catapulta e sparare un carico utile a velocità ipersoniche – cioè cinque volte la velocità del suono. Tuttavia, alcuni carichi utili potrebbero richiedere un motore a razzo supplementare per entrare nello spazio, secondo TechCrunch . Ad ogni modo, potrebbe essere un modo molto più economico per trasportare in modo efficiente le cose nello spazio.

“SpinLaunch sta reinventando il lancio dello spazio rivisitando la fisica fondamentale e sfruttando tecnologie industriali collaudate per creare un sistema che acceleri il veicolo di lancio a velocità ipersoniche usando l’elettricità a terra”, ha detto in un comunicato il CEO della compagnia, Jonathan Yaney. “L’applicazione dell’innalzamento delle prestazioni iniziale da una piattaforma di lancio terrestre ci consente di ridurre il costo di ordini di grandezza e di lanciarlo molte volte al giorno.”

Gli investitori sono ottimisti sull’idea.

“SpinLaunch ha il potenziale per essere altamente dirompente per il lancio di payload di piccole e medie dimensioni e si posiziona in modo univoco rispetto ai tradizionali metodi basati sul razzo per il lancio nello spazio”, ha dichiarato in una nota il partner di GV Shaun Maguire.

Wen Hsieh, un partner di Kleiner Perkins, ha dichiarato in un comunicato di essere stato più intrigato dalla capacità di Spinlaunch di essere “alimentato da fonti di energia rinnovabile come il solare e il vento, eliminando così l’uso di combustibili tossici e pericolosi”.

Il sistema Spinlaunch è parte di una spinta per sviluppare una tecnologia innovativa per distribuire i carichi utili nello spazio. Un’altra proposta, chiamata StarTram , è un sistema di lancio maglev che utilizza magneti senza attrito per lanciare razzi su una piattaforma rialzata.

Mentre le informazioni su Spinlaunch sono difficili da trovare – il loro sito web ha pochi dettagli, e non sappiamo ancora come sarà la catapulta – è una frontiera potenzialmente eccitante nella corsa allo spazio privato.

80%
Awesome
  • Design

Leave A Reply

Your email address will not be published.